Impianti a Circolazione Forzata

Con gli impianti a circolazione forzata il pannello solare viene collegato per mezzo di tubazioni al bollitore, che viene posizionato all’interno dell’abitazione. La circolazione del fluido è gestita da una centralina che, all’occorrenza, attiva una pompa elettrica.

L’impianto a circolazione forzata, oltre a produrre acqua calda sanitaria, è funzionale per l’assistenza alla produzione di acqua per il riscaldamento degli ambienti domestici.

Gli impianti a circolazione forzata sono la soluzione ideale per produrre acqua calda in quantità anche elevate: palazzine con più appartamenti, case di riposo (caratterizzate da consumi di acqua molto elevati), alberghi, ristoranti, centri sportivi e palestre.

I vantaggi degli impianti a circolazione forzata sono:

  • Maggiore efficienza: è indicato per zone con clima più rigido;
  • Serbatoio verticale: che garantisce un rendimento di scambio maggiore;
  • Migliore impatto estetico con il serbatoio posizionato in casa;
  • Consente di posizionare il serbatoio di accumulo all’interno dell’abitazione, ossia in posizione protetta dalle intemperie e dalle basse temperature;
  • Essendo liberi di posizionare il boiler d’accumulo all’interno consente una migliore integrazione architettonica.
  • In ultimo si ha il vantaggio di integrare con il riscaldamento di acqua sanitaria, anche il riscaldamento ambiente. Questo vantaggio è ancora più accentuato se si utilizzano sistemi di riscaldamento a pannelli radianti, ovvero a basse temperature, come ad esempio il riscaldamento a pavimento.

KIT FOR

I sistemi a circolazione forzata non sono soggetti a vincoli di posizione reciproca tra bollitore e collettore.
Questi sistemi possono essere impiegati sia per la produzione di acqua calda sanitaria che per l’integrazione al riscaldamento degli ambienti.
Variando la superficie del campo solare e il volume del bollitore, si possono coprire le esigenze di fabbricati di qualsiasi dimensione.

Kit For:

  • Massima modularità e compatibilità d’installazione;
  • Scelta tra collettori vetrati piani (verticali o orizzontali a differenti inclinazioni) o a tubi sottovuoto U-pipe con concentratore parabolico (CPC);
  • Gestione automatizzata dell’impianto;
  • Kit completo di: bollitore, collettore/i, struttura di supporto, centralina differenziale, gruppo di spinta e sicurezza con sistema di carico e scarico ed attacco per il vaso di espansione, regolatore di portata, raccorderia e liquido antigelo.
  • Garanzia di 5 anni su bollitore e collettore/i, di 2 anni sul resto dei componenti.

Il kit a circolazione forzata prevede l’utilizzo di una pompa a bassa prevalenza (gruppo di circolazione o circolatore) per la movimentazione del fluido termovettore, così da attuare il trasferimento del calore dal collettore all’accumulo (bollitore).
Una centralina differenziale provvede ad attivare e disattivare il gruppo di circolazione, a seconda delle necessità e della quantità di radiazione solare disponibile.

Impianti Circolazione Forzata Renueva