Impianti a Circolazione Naturale

Negli impianti a circolazione naturale il bollitore è posto in cima al pannello, sfruttando quel principio naturale per cui il fluido vettore, riscaldato dai raggi solari, tende a spostarsi verso l’alto, riscaldando l’acqua presente nel bollitore. Questa tipologia di impianto è particolarmente indicata per la sola produzione di acqua calda sanitaria.

Il termine “circolazione naturale” viene utilizzato in quanto questo sistema non necessita di nessun meccanismo per trasferire l’energia solare al serbatoio bollitore.
E’ facile comprendere quindi che questa tipologia d’impianto è molto affidabile, in quanto è priva di parti meccaniche in movimento, di sistemi elettronici di controllo ed è anche meno costosa.

Il boiler di accumulo è posizionato all’esterno, sopra il collettore. Oltre a costituire un elevato impatto visivo ed un limite nelle dimensioni di accumulo, determina notevoli dispersioni termiche e basse efficienze durante l’anno rispetto al periodo estivo.

Sono quindi consigliati solo per abitazioni e attività estive, oppure per residenze nel Sud Italia, o più in generale in paesi caldi.

I vantaggi:

 

  • Sistema di facile installazione;
  • Semplicità di impianto: è sufficiente raggiungere il sistema con tubi per l’acqua fredda in entrata e per l’acqua calda in uscita;
  • Non serve alcun collegamento elettrico;
  • Ridottissima manutenzione.

Circolazione Naturale a Condensazione

circolazione-naturale-glicole

Circolazione Naturale a Glicole Inerziale

Impianti Circolazione Naturale Renueva